Musica, danza, teatro e tecnologia tutto in una volta: è Zona Interattiva.
Al teatro Vittoria Manzoni” di Massarosa (Lucca), abbiamo incontrato i protagonisti di questo spettacolo 2.0, gli artisti del collettivo “Clak, Teatro Contagi/Versiliadanza”. I danzatori Chiara Cinquini, Leonardo Diana e Chiara Innocenti, e i musicisti Andrea e Luca Serrapiglio portano in scena dal 2012 un progetto sperimentale di ricerca permanente sull’arte performativa. Uno spettacolo unico che nasce, si crea e si sviluppa grazie a una continua interazione tra danzatori, musicisti e…pubblico. “Zona interattiva – precisa Leonardo Diana – è anche interazione con il pubblico e con lo spazio performativo. Una performance esiste solo tramite un confronto con un pubblico ed uno spazio, quando dunque si occupa una “zona interattiva”. Per questo lo spettacolo è unico: interagendo col pubblico gli artisti, infatti, creano ogni volta qualcosa di nuovo. Ma il progetto – prosegue Chiara Cinquini (per conoscerla meglio, leggete qui) – è anche “un work-in-progress che comprende tappe di un viaggio di cui si conosce l’inizio, ma non la fine. Un viaggio destinato a non esaurirsi finché ci saranno energie sufficienti per continuare a interrogarsi sulla natura della danza, sul movimento nello spazio e nel tempo, sulla coreografia, sull’uso della tecnologia, sul rapporto con le altre arti”.