Il 25 Maggio ho avuto il grande piacere di intervistare Rudeejay, il dj italiano dei grandi numeri, in occasione della conferenza stampa organizzata per l’uscita del suo nuovo singolo Under the same Sky, distribuito da Universal Music e trasmesso dal 14 Aprile nelle radio più importanti.
L’artista presenta un progetto ricco di soddisfazioni, collaborazioni con artisti noti della scena internazionale e importanti obbiettivi raggiunti in questi anni di musica.
Sono tre i sostantivi che Rudeejay collega al suo progetto: Amore, Istinto, Determinazione.
Buona lettura!

 

Chi è Rudeejay? Quando e come nasce la tua passione per la console?
Tre sostantivi per definire il tuo progetto artistico?
Rudeejay è un… DJ, semplicemente! La mia passione nasce nell’oramai lontana estate del 1998, ascoltando per la prima volta la compilation mixata “Deejay Parade” di Albertino.
Tre sostantivi per definire il mio progetto artistico? Amore, Istinto, Determinazione.

Nel 2002, ufficialmente, è inizata la tua carriera collezionando in poco tempo riscontri a livello internazionale, supporto da artisti di nota importanza e avendo l’opportunità di condividere la console con Axwell /\ Ingrosso, Benny Benassi, Deorro, realizzare  remix  per Martin Solveig, Bob Sinclar, Afrojack, collaborando con Gabry Ponte, VINAI e molti altri.
Agli inizi del tuo progetto quali sono state le tue reazioni di fronte a tutto questo supporto? Quando hai capito che la tua passione poteva diventare un vero e proprio lavoro? Quali sono stati gli artisti che ti hanno influenzato maggiormente nelle tue produzioni?
Le reazioni sono state molto vicine alla più che totale incredulità, mentre la passione è diventata lavoro quando abbandonai gli studi universitari per occuparmi del palinsesto Dance in una radio locale e riuscire così a (soprav)vivere senza più l’aiuto dei miei genitori.
Quali sono stati gli artisti che mi hanno influenzato maggiormente nelle produzioni? Non tanto gli artisti quanto un filone, quello della musica Dance prodotta in Italia da cui non potevi non restare colpito tra la fine degli anni 90 e i primi anni 2000 poiché era ovunque ed era potente!

Come si presenta un tuo dj-set? Quali sono le cinque tracce che non devono mai mancare ad una serata con Rudeejay come Special Guest? Qual è il rapporto con il tuo pubblico?
Il mio DJ Set è dinamico nonché al servizio di chi mi trovo davanti, quindi puoi immaginare il tipo di rapporto che ho con il pubblico…
Le cinque tracce che non mancano mai sono fortunatamente versioni realizzate da me, che negli anni sono diventate dei classici all’interno del mio circuito, e più precisamente: “Ah Yeah! (Rudeejay “AhlziamoLeMani” Re-Edit),Faded Calling (Rudeejay & Da Brozz Mash-Anthem)”, “I Got My Eye On Who (Rudeejay 15000 Mash-Up)”, “Love You Toujours (Rudeejay & Da Brozz Christmas Gift) e “Bounce This Problem (Rudeejay’s Mash-Up)”.

Lo scorso 14 Aprile hai pubblicato il tuo ultimo lavoro Under the same Sky distribuito da Universal Music, realizzato in collaborazione con una band tutta al femminile e trasmesso nelle più importanti radio. Il singolo tratta il tema delle relazioni a distanza, rapporti che nascono e proseguono attraverso il web e all’utilizzo dei social network.
Come mai hai scelto di affrontare questo tema? Com’è nata la collaborazione con la band?
Sei soddisfatto dei riscontri che stai ricevendo con questa release?
Il tema è stato scelto perché come io mi sono occupato di arrangiamento e melodia, Lili – la cantante – si è occupata di trovare le parole giuste da scrivere su quella stessa melodia e lei sta vivendo da più di un anno una relazione a distanza. La collaborazione con Lili nasce nel 2014, quando registrammo il suo intervento all’interno del mio singolo uscito quell’anno ed intitolato “Forever”, mentre il resto della band sono quattro elementi che vengono da altrettante formazioni diverse e che abbiamo riunito in occasione del videoclip di Under The Same Sky: fortunatamente, il risultato finale fa credere che le ragazze suonino insieme da sempre! Sono soddisfatto dei riscontri che sto ricevendo, ma non mi accontento.

Nella scorsa estate hai collezionato 50 date in 90 giorni, un tour con cui hai infiammato club e noti festival di musica elettronica.
Come sarà l’estate 2017 di Rudeejay? Dove avremo il piacere di venirti ad ascoltare prossimamente? Cosa “bolle in pentola” nel tuo progetto?
L’estate 2017 pare che riuscirà a superare i record della scorsa: trovate il calendario delle date in continuo aggiornamento su www.rudeejay.com!
A livello di “work in progress”, invece, ci sono due remake molto importanti e pensati soprattutto per la pista da ballo insieme a quello che ci auguriamo sia il degno seguito di Under The Same Sky.

 

Un ringraziamento speciale a Rudeejay, in bocca al lupo per i prossimi progetti e per un estate ricca di musica e soddisfazioni.

Segui Rudeejay:
www.facebook.com/rudeejay

www.instagram.com/rudeejayofficial
www.twitter.com/rudeejay
www.youtube.com/rudeejay
www.soundcloud.com/rudeejay
www.mixcloud.com/rudeejay